Blog /

La Cina e’ vicina.. mica poi tanto!

DSC_1056

Vuoi volare in Cina? Bene allora preparati, sia mentalmente che fisicamente perche’ non e’ affatto una passeggiata! Se ne leggono di cotte e di crude sulla Cina, sui Forum aeronautici, sui Blog ed infine si possono avere alcune informazioni dalle agenzie di reclutamento, tutte hanno posizioni aperte per la Cina, soprattutto per Comandanti.

Le condizioni contrattuali sono probabilmente le piu’ alte sul mercato, ma non a caso! Tutto quello a cui i vostri occhi sono abituati a vedere, moltiplicatelo per 1000 ed avrete un’idea dell’ordine di grandezza di cui si parla, oltre al fatto che la cultura e le abitudini Cinesi sono molto distanti da quelle a cui siamo abituati.

Ma veniamo al dunque, ecco la prima parte della mia esperienza in Cinese..

Una volta presa la decisione, scelta la compagnia e l’agenzia che via rappresentera’, ottenuto il visto e fatte le vostre 10/12 ore di volo vi troverete in terra Cinese pronti ad affrontare le selezioni.

Il primo step di solito e’ l’ATPL teorico cinese che si svolge in un’aula in uno degli edifici della CAAC, sotto stretta sorveglianza di telecamere, una per ogni postazione, ed esame al computer, copiare e’ impossibile, ma di solito una dispensa con i quiz vi viene data dalla vostra agenzia, su internet inoltre si trova parecchio materiale.
Per passare serve il 70%, personalmente l’ho trovato parecchio difficile, forse non ho studiato abbastanza, ma in genere ho visto che tutti sono passati con una media del 75%.

Il secondo step e’ la visita medica, piu’ che per piloti e’ per astronauti, mai vista una cosa simile in tanti anni di visite mediche, ed e’ anche dove avviene la scrematura dei piloti, dicono che passa il 50% di chi ci prova. Nel mio caso eravamo in una decina, e solo io ed un’altro siamo passati senza complicazioni alla giornata passata all’ospedale della CAAC, tutti gli altri hanno avuto problemi da risolvere in un secondo tempo, il piu’ delle volte si deve ritornare in cina una volta in piu’.

State attenti alla pressione, 80/140 e non transigono, al cuore, sia a riposo che sotto sforzo, ai reni, bevete tantissima acqua nelle settimane precedenti alla visita, i calcoli ai reni sembrano essere una costante alla visita medica, e se hanno dubbi vi dicono di tornare dopo tre mesi e di bere tanta acqua. La vista oculistica sembra essere un’altra area che da problemi, tra le visite a cui non siete abituati avrete: RMI al cervello dai 40 anni in su, una lastra al torace, ecografia all’addome, ai reni ed alla tiroide, oltre a tutte le visite standard, audiometria, esami del sangue, delle urine e chi piu’ ne ha piu’ ne metta.
Il tutto ovviamente in Cinese, non capirete nulla e nemmeno vi spiegheranno nulla, l’unica/o che vi può’ aiutare sara’ la vostra accompagnatrice/accompagnatore.

E veniamo al SIM, il mio sul 320, lo scenario e’ composto da diverse avarie, oltre ad engine fail ed engine fire, probabilmente vi ritroverete un complex failure, per quanto mi riguarda mi e’ toccata una Dual Hyd Failure, G+B, un Unreliable Speed, oltre che a una Dual RA Failure, il tutto su pista contaminata da neve e con sempre piu’di 25 Kt di vento al traverso, indipendentemente da quali siano i limiti. Vi ritroverete a volare a mano, senza AP, Automanetta, FD’s, ed infine da alternate law, in qualche modo vi ritroverete in direct law, questo e’ quello che e’ successo a me, ovviamente tanto fa da chi sara’ il vostro istruttore/esaminatore, ma di base il Sim e’ una roulette russa, fattibile ovviamente, l’importante e’ non schiantarsi. Anche qui questa e’ la mia esperienza personale, per alcuni e’stato piu’ duro per altri meno, il mio lo definirei nella media. Se riuscite a procurarvi lo scenario, vi consiglio di prenotarvi una sessione di Sim e provare lo scenario.

Ricordate che in Cina la compagnia sara’ proprietaria della vostra licenza Cinese, nel caso decidiate di cambiare compagnia non sara’ facile entrare in possesso della licenza, e probabilmente vi tocchera’ rifare tutto da capo!

In bocca al lupo.

2
« « Pilotare un aereo di linea, come e da dove iniziare?|

Leave a Comment